Rassegna stampa

Sassari, un concerto per l´Unità

La Nuova Sardegna

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
Grande successo al teatro Verdi per la serata musicale dedicata ai Centocinquanta anni d´Italia


Una splendida esecuzione del [quote]Guglielmo Tell[/quote] diretto da Stefano Ranzani


In programma musiche di Verdi e Bellini assieme ad alcuni testi ad hoc letti da Sante Maurizi



SASSARI. Molte istituzioni musicali hanno voluto quest´anno festeggiare il 150 anniversario dell´Unità d´Italia. E lo hanno fatto attingendo a tutta quella letteratura musicale che, più o meno esplicitamente, dà voce a movimenti patriottici e popoli oppressi, e che col tempo ha contribuito a forgiare una sorta di lingua musicale collettiva capace di dare voci alle istanze di riscatto politico e sociale e di riscossa di un intero popolo. Anche l´Ente Concerti De Carolis, all´interno della sua stagione lirica, ha varato un concerto celebrativo, il quale ha svolto le funzioni di preludio dell´intera stagione. Protagonisti del concerto, che ha riscosso - al Teatro Verdi - un calorosissimo successo - sono stati l´Orchestra e il Coro dell´Ente diretto da Antonio Costa, il tenore Francesco Anile, il direttore Stefano Ranzani e l´attore Sante Maurizi, che ha letto alcuni testi sintonizzati sul tema sviluppato dalle musiche.
La manifestazione si è aperta con un adrenalinica lettura del Canto degli Italiani composto da Michele Novaro su testo di Goffredo Mameli. Sin da questo lavoro si è compreso il valore sia del Coro che dell´Orchestra e la chiave di lettura che Ranzani avrebbe adottato in questo programma: sempre intensa, tesa, serrata, incline a esasperare i contrasti dinamici e a scolpire l´espressione del coro con tutta l´energia che lo ´strumento´ gli consentiva.
Questa condotta così vigorosa ha conferito grande forza alle sinfonie tratte dalla [quote]Norma[/quote] di Bellini, dal [quote]Nabucco[/quote] e dai [quote]Vespri Siciliani[/quote] di Verdi: tre brani che, per motivi diversi, ben rappresentano la temperie del Romanticismo musicale italiano e la sua capacità di dare forma a stereotipi espressivi teatralmente sempre molto efficaci. Ma Ranzani ha convinto ancor di più nella Sinfonia del [quote]Guglielmo Tell[/quote] di Rossini, un brano che ben si colloca in un programma di musiche ´patriottiche´. Qui il direttore ha sfoderato una straordinaria energia, dei ritmi incalzanti ma anche un commuovente abbandono nell´episodio bucolico, assecondato da un´orchestra di grande livello, affidabile e duttile in ogni sua sezione.
Ottima anche la prova del Coro formato dal De Carolis e ben preparato da un maestro di grande esperienza come Antonio Costa. Un coro di impostazione prettamente lirica, preciso, equilibrato, che ha ben sostenuto le linee vocali dei cori [quote]Guerra, guerra[/quote] dalla Norma, [quote]Va pensiero[/quote] dal Nabucco, [quote]O Signore dal tetto natìo[/quote] dai Lombardi alla Prima Crociata e [quote]Patria oppressa[/quote] dal Macbeth. Discorso a parte merita il modesto Inno delle Nazioni di Verdi, l´unico brano di circostanza scritto dal compositore ([quote]questi pezzi di circostanza - scrisse Verdi - sono, artisticamente parlando, cose detestabili...[/quote]), interpretato in modo appropriato dal Coro e dal tenore Francesco Anile.
Del sincero successo abbiamo già detto, e i reiterati applausi hanno fruttato al pubblico oltre a una replica di [quote]Va pensiero[/quote] anche un piccolo comizio da parte di Ranzani che, oltre ad elogiare l´Ente Concerti e tutti i musicisti impegnati nel concerto, si è lasciato andare ad una accorata reprimenda nei confronti di chi taglia oggi in Italia i soldi per la cultura, dimenticando però di ricordare che molti - nel caso di molte fondazioni liriche - le gravi difficoltà in cui versano dipendono anche dal fatto che nel tempo sono diventati dei carrozzoni male amministrati, a volte in ostaggio di certo becero corporativismo dei propri dipendenti.

L'opera

Concerto Sinfonico – Corale

Celebrazioni per il 150° Anniversario dell´Unità d´Italia Musiche di Rossini, Bellini, Verdi

Download

Articoli