News

Ernani, dopo trent´anni torna a Sassari l´opera giovanile di Verdi

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
Lunedì la tavola rotonda di presentazione, il 7 dicembre la prima alle 20,30

Ultimo titolo della stagione lirica dell´Ente Concerti ´Marialisa de Carolis´ di Sassari, il dramma lirico Ernani. L´opera che andrà in scena al Teatro Verdi mercoledì 7 dicembre alle 20,30 (repliche il 9 dicembre alle 20,30 e domenica 11 dicembre alle 16,30) rappresenta il primo successo internazionale di Giuseppe Verdi, su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dall´omonimo dramma di Victor Hugo, Hernani, pubblicato quattordici anni prima e pietra miliare del romanticismo teatrale e letterario francese.
Con Norma prima, a ottobre, e ora con Ernani la stagione lirica celebra i 150 anni della Repubblica Italiana. Ad essa fanno riferimento appunto le due opere, sia Norma del 1831 che Ernani del 1844, entrambe scritte negli anni del tormentato e lungo periodo dei moti rivoluzionari e delle Guerre d´Indipendenza. Se il pubblico italiano ottocentesco si infervorava per il Coro ´Guerra, guerra´, Ernani subiva le attenzioni allarmate della censura nei riguardi del testo rivoluzionario di Victor Hugo.
L´opera giovanile di Verdi costituisce una vera e propria perla della musica italiana da cui emerge, con grande chiarezza, la capacità del compositore di delineare la condizione psicologica di tutti i personaggi ben definiti musicalmente, ciascuno nel rispettivo carattere.
Ernani ritorna a Sassari dopo quasi trent´anni di assenza. Era infatti il 1985 quando l´opera verdiana andava in scena al Teatro Verdi con la direzione d´orchestra di Alberto Peyretti e la regia di Virginio Peucher.

L´opera sarà presentata lunedì 5 dicembre nella consueta tavola rotonda, in programma alle ore 17 nella sala concerti al primo piano del Teatro Verdi di Sassari. A illustrare il gioiello musicale verdiano ci sarà il direttore artistico dell´Ente Concerti Marco Spada, il direttore d´orchestra Maurizio Barbacini e il regista giapponese Jun Aguni. Alle 20, sempre di lunedì, invece è in programma l´anteprima giovani.

Per il direttore d´orchestra si tratta di un debutto al Teatro di via Politeama. Maurizio Barbacini, affermato in tutto il mondo a Parma per Il barbiere di Siviglia, è direttore d´orchestra di fama internazionale: ha collaborato con teatri lirici di grande prestigio come il Metropolitan Opera New York, il San Francisco Opera, l´Opera de Paris, il Deutsche Oper Berlin, il Staatsoper di Vienna e l´Opera de Genève. Ha ricoperto le cariche di direttore principale dell´Opera Nazionale Finlandese e dell´Opera Company di Philadelphia e direttore principale ospite dell´Opera di Stoccolma. Ha diretto produzioni in Europa e Stati Uniti.

Per il regista Jun Aguni si tratta di un gradito ritorno che lo vedrà impegnato, ancora un volta, con al fianco lo scenografo e costumista Alessandro Ciammarughi. I due infatti hanno lavorato assieme a Sassari nella stagione lirica del 2003 con Andrea Chenier. È recente anche la loro collaborazione in Giappone nel 2010 per l´Aida.

Nel cast nomi come quello del tenore coreano Rudy Park che sarà Ernani e che di recente ha interpretato lo stesso ruolo al Teatro Comunale di Bologna. Il tenore sostituisce nel ruolo il nuorese Piero Pretti che ha dovuto rinunciare per un problema di salute.
Accanto a Park il giovane soprano americano di colore, Elizabeth Stevens, importante voce verdiana; per lei un triplo debutto, teatrale, nel ruolo di Elvira e in Italia. Don Carlo sarà Alessandro Luongo, recentemente nel cast del Trovatore di Ravenna diretto da Cristina Muti. Nel ruolo di Silva, Enrico Giuseppe Iori un basso di importante carriera in Italia, già a Sassari nel 2008 nel ruolo di Giorgio Valton nei Puritani di Bellini.
Tra gli altri interpreti Elisabetta Farris, già apprezzata dal pubblico sassarese nel ruolo della signora Guidotti ne I due timidi di Rota andata in scena a fine novembre. Quindi ancora Matteo Falcier, a Sassari anche nella Norma nel ruolo di Flavio.
Il disegno luci è stato affidato a Nevio Cavina, già a Sassari nel 2004 per le luci della Medea, quindi nel 2005 per quelle del Mosè in Egitto e nel 2006 per le luci della Clemenza di Tito.

L´orchestra sarà quella dell´Ente concerti mentre il coro è quello dell´Ente concerti ´Marialisa de Carolis´, diretto dal maestro Antonio Costa, che quest´anno ha esordito al completo nel concerto sinfonico e corale inaugurale del 28 settembre, per le celebrazioni in occasione dei 150 anni dell´Unità d´Italia.

L'opera

Ernani

Torna dopo 26 anni a Sassari Ernani (1844) melodramma di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, ispirato a Hernani di Victor Hugo. La scena si svolge nel Cinquecento tra la Spagna ed...

Articoli