Rassegna stampa

Stagione della lirica, al Teatro Verdi le prove di «Macbeth»

La Nuova Sardegna

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
L´opera di nuovo a Sassari dopo venticinque anni. La Prima il 7 ottobre, sul palco due soprani sardi.

SASSARI. Si scaldano già i motori (o meglio: le ugole) per la nuova stagione lirica sassarese organizzata dall´ente concerti [QUOTE]Marialisa de Carolis[/QUOTE]. Sono iniziate infatti le prove per il [QUOTE]Macbeth[/QUOTE] di Giuseppe Verdi, in programma il prossimo 7 ottobre per la regia di Andrea De Rosa.

Si parte dunque con il [QUOTE]Macbeth[/QUOTE], decima opera lirica di Giuseppe Verdi. Dopo l´iniziale successo ottenuto il 14 marzo 1847 al Teatro della Pergola di Firenze, l´opera cadde nell´oblio, e in Italia fu riesumata con strepitoso successo al Teatro alla Scala il 7 dicembre 1952, con Maria Callas nei panni della protagonista femminile. Da allora entrata stabilmente in repertorio.
Il [QUOTE]Macbeth[/QUOTE] sarà anche la prima produzione in cartellone al Teatro Verdi di Sassari, che nei giorni scorsi, con le prove, ha cominciato ad animarsi: i tecnici e le maestranze procedono con l´allestimento del palcoscenico mentre regista, direttore d´orchestra (Balász Kocsár) e cantanti sono impegnati nelle prove musicali e di regia.
L´opera verdiana torna a Sassari dopo ben un quarto di secolo e vedrà impegnati sul palco due soprani sardi, Paoletta Marrocu nella parte di Lady Macbeth e Paola Spissu, nella parte della Dama.
Il[QUOTE]Macbeth[/QUOTE] andrà in scena a Sassari nella stagione lirica del 1984; allora gli interpreti furono Montefusco, Bakocevic e Flaviano Lab. Il direttore d´orchestra invece Alberto Peyretti, che aveva appena assunto la direzione artistica dell´ente sassarese, mentre il regista era Luciano Damiani.
Intanto il direttore artistico dell´Ente concerti, Marco Spada, annuncia una novità: quest´anno la responsabile delle produzioni liriche sarà una donna, Donatella Failoni, ungherese di nascita italiana.
Donatella Failoni è stata prima direttore agli Affari esteri all´Opera di Stato di Budapest, quindi direttore del Teatro Csokonai di Debrecen.
È figlia d´arte: il padre Sergio, infatti, fu uno tra i più famosi direttori d´orchestra italiani della sua epoca, amico e collega di Arturo Toscanini, nonché per diciotto anni direttore musicale all´Opera di Stato di Budapest.
A lei il delicato compito di gestire l´attività delle produzioni che si succederanno sino al 13 dicembre.
Sono riaperte intanto anche le prenotazioni per gli spettacoli: sino al 20 settembre potranno essere fatte nella sede dell´Ente concerti in Viale Umberto 72 (079 237579), dal 21 settembre invece direttamente al botteghino del Teatro Verdi (079 239479). Dopo Macbeth gli altri appuntamenti della stagione lirica saranno per fine ottobre, La Cenerentola, per metà novembre, Cecchina o la buona figliola, infine per i primi di dicembre, Lucia di Lammermoor.

L'opera

Macbeth

Torna dopo 25 anni a Sassari Macbeth, di Giuseppe Verdi. Il dramma - riassunto dell'intenso lavoro shakespeariano - racconta della violenta ascesa al trono di Scozia di Macbeth, spinto dalla...

Articoli