Rassegna stampa

´Il signor Bruschino´, il miglior Rossini

La Nuova Sardegna

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
Stasera al Comunale di Sassari va in scena il terzo appuntamento della stagione lirica del ´Marialisa De Carolis´

di Antonio Ligios wSASSARI Dopo le mozartiane ´Nozze di Figaro´, andate in scena il 2 il 4 di novembre, la stagione liticadell´Ente lirico Marialisa De Carolis prosegue al Teatro Comunale percorrendo ancora la strada del repertorio comico. Questa sera (alle ore 20.30) andrà infatti in scena la ´farsa giocosa´ in un solo atto intitolata ´Il signor Bruschino o il figlio per azzardo´, scritta da Gioachino Rossini nel 1813 per il Teatro Giustiniani in San Moisè di Venezia, su libretto di Giuseppe Foppa. Il signor Bruschino appartiene al primo periodo creativo della carriera rossinana, caratterizzata appunto da una serie di atti unici scritti per il pubblico veneziano, e si colloca cronologicamente dopo lavori come ´La cambiale di matrimonio´, che risale 1810, e ´La scala di seta´ e ´L´occasione fa l´uomo ladro´, scritte entrambe nel 1812. La farsa, definita molti anni dopo da Rossini – con la sua proverbiale autoironia – [quote]un peccato di gioventù[/quote], fu alla prima rappresentazione un colossale fiasco, tanto che sin dalla seconda recita venne sostituita dall´impresario teatrale con un altro lavoro. Le ragioni di questo insuccesso sono in buona parte avvolte nel mistero, visto che non appare credibile che possano essere ascrivibili alla bizzarria dei ben noti colpi d´archetto che, durante la Sinfonia, i violini secondi devono indirizzare in diverse occasioni sui coperchi di latta delle lampade annesse ai leggii: trovata questa che peraltro fece storcere il naso alla critica dell´epoca, con un notevole seguito di polemiche. Gli ingredienti di questa farsa sono quelli che appartengono alla migliore tradizione di questo genere teatrale: inganni, intrighi e astuzie, che Rossini tratta con grande mestiere e con una inventiva musicale sopraffina. Il vecchio Gaudenzio ha promesso in sposa a Florville la bella Sofia. All´ultimo momento però Florville viene a sapere, dalla cameriera Marianna e poi dalla stessa Sofia, che il tutore ha destinato in moglie la ragazza al figlio di un certo Signor Bruschino. Florville farà di tutto perché ciò non avvenga. In definitiva ´Il signor Bruschino´, a dispetto della suo sfortunato esordio, rivela invece una fattura di grande pregio, funzionando come una macchina teatrale perfettamente concepita, degna del miglior Rossini comico. ´ Il signor Bruschino´ manca dalle scene sassaresi dal 1956. Anche negli altri teatri italiani la sua presenza, nel XX secolo, è stata sporadica. La farsa nel 1985 venne rappresentata a Pesaro al Rossini Opera Festival, e da quell´anno iniziò a essere presente, peraltro sempre saltuariamente, nei cartelloni delle stagioni dei teatri italiani. L´allestimento proposto dalla stagione del De Carolis questa sera al Comunale è ripreso da una produzione del Conservatorio di Cesena: si avvale delle scene e dei costumi di Silvia Trevisan e della regia di Gabriella Medetti. A dirigere l´orchestra dell´Ente sarà invece il giovane direttore spagnolo Josè Miguel Perez Sierra. Sul palcoscenico sarà impegnato un cast di giovani: Lucio Mauti (Gaudenzio), Sandra Pastrana (Sofia), Alfonso Antoniozzi (Bruschino), Francesco Solinas (Bruschino figlio), Giorgio Misseri (Florville), Matteo Desole (Commissario di polizia), Carmine Monaco (Filiberto) e Francesca Pierpaoli (Marianna). Della farsa composta da Rossini è prevista una sola replica, programmata per domani pomeriggio, come di consueto alle 16.30.

L'opera

Il signor Bruschino, ossia Il figlio per azzardo

Mancava addirittura dal 1956 a Sassari Il signor Bruschino, ossia Il figlio per azzardo, deliziosa farsa giocosa di Gioachino Rossini riproposta nella Stagione lirica 2012. Fu la prima opera...

Articoli