Rassegna stampa

Sassari inaugura la stagione lirica. Bisail: un´opera titanica

giornaledellospettacolo.it

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
SASSARI - 23 SETTEMBRE 2013 - Wagner e Verdi (nati nel 1813), Mascagni e il librettista della Cavalleria rusticana Giovanni Targioni Tozzetti (nati nel 1863), Francis Poulenc (morto nel 1963), Falstaff (1893) e La traviata (1853). Una congiunzione astrale di ricorrenze importanti per la musica è l´elemento caratterizzante della 70 stagione lirica dell´ Ente Concerti ´Marialisa de Carolis´ che si aprirà domani,martedì 24 settembre al Teatro Comunale di Sassari. La stagione è stata presentata questa mattina(23 settembre) nella sala conferenze di Palazzo Ducale a Sassari, alla presenza dell´assessore alle Politiche culturali del Comune di Sassari, Dolores Lai, del presidente dell´Ente concerti Alessandro Bisail, del vicepresidente Antonello Mattone e del direttore artistico Marco Spada. Ed è stato proprio quest´ultimo a illustrare il cartellone ricordando che &lquote;i concerti rappresentano una vera e propria programmazione originale dell´Ente e che quest´anno omaggia i compositori Wagner e Poulenc. Si pensi, poi, che Wagner qui non è mai stato ascoltato: in più nell´orchestra – ha aggiunto – avremo settanta orchestrali, in omaggio anche al settantesimo della Stagione&rquote;.

Il presidente Bisail ha sottolineato come "confermare i quattro titoli e i tre concerti sia stata un´opera titanica, per la quale va ringraziato il direttore artistico. Nell´ambito dell´organizzazione delle risorse, a Sassari le associazioni, con il Comune, hanno iniziato a collaborare per un cartellone unico. C´è comunque preoccupazione per il futuro. Siamo – ha detto ancora – in una realtà diversa dal Teatro Verdi, e lo scorso anno abbiamo fatto i miracoli per portare avanti la stagione. La città credo debba tener conto di questi sforzi, e l´Ente farà anche l´impossibile anche per questa stagione e tenere alto il prestigio che ci siamo guadagnati. Allora l´utilizzo del Teatro sarà nodale ma ogni decisione sulla gestione dovrà vedere coinvolti tutti gli enti interessati".

Fiduciosa l´assessore Lai secondo la quale è stata imboccata la strada giusta. "Inevitabile partire dalla riduzione dei fondi – ha detto il vicedirettore Antonello Mattone – e un taglio di 250 mila euro in questi anni, vuol dire che non possiamo pensare di fare una stagione lirica. Abbiamo cantanti giovani, abbiamo risparmiato sugli allestimenti mantenendo però una qualità elevata. Ci sarebbe bisogno allora di un riequilibrio nella dislocazione delle risorse. Sassari è il secondo polo nella produzione culturale e artistica, anche per la presenza dell´Ente e delle altre associazioni, ma nonostante tutto questo territorio è penalizzato dagli investimenti delle risorse pubbliche".

"Il Teatro va valorizzato e migliorato – ha concluso Mattone – e ci si deve ricordare che la Stagione lirica da lavoro a oltre duecento persone ed è, pertanto, un patrimonio anche dal punto di vista del lavoro da difendere e tutelare". Falstaff, Cavalleria Rusticana, Così fan tutte, La traviata sono i quattro titoli che compongono il cartellone 2013, con i consueti tre concerti sinfonici, nel segno della continuità con le ultime stagioni.

L'opera

Falstaff

Nel bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi - e anche di Richard Wagner, onorato con un concerto sinfonico - l'Ente Concerti allestisce nel 2013 ben due opere del maestro di Busseto....

Articoli