Rassegna stampa

Venerdì Madama Butterfly al Comunale di Sassari

Buongiorno ALGHERO.it

Facebook Twitter Posta elettronica WhatsApp Telegram
Una donna debole solo all´apparenza, pronta al sacrificio estremo quando il tragico destino per il suo amore tradito si compie. E´ Cio-Cio-San, Madama Butterfly, protagonista della famosa ´tragedia giapponese´ di Giacomo Puccini (libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa) che andrà in scena al Teatro Comunale di Sassari venerdì 31 ottobre in prima rappresentazione, con replica pomeridiana domenica 2 novembre.

La Stagione lirica curata dall´Ente Concerti ´Marialisa de Carolis´ torna, dopo il successo di Carmen, con un´altra grande figura femminile, idealmente legata alla precedente dal concetto dell´ineluttabilità del fato. Ma se Carmen andava incontro alla morte per mano di Don Josè nella Plaza de Toros, Madama Butterfly in pura tradizione giapponese offre la propria vita perché ´con onor muore chi non può serbar vita con onore´.

L´opera – a Sassari nell´allestimento della Fondazione Teatro delle Muse e Associazione Arena Sferisterio di Macerata, per la regia di Arnaud Bernard – è stata presentata ieri nella consueta Tavola rotonda all´antivigilia della ´prima´ dal direttore artistico dell´Ente Concerti Marco Spada e dal critico musicale Mauro Mariani.

Con loro, il maestro Matteo Beltrami che dirigerà l´Orchestra dell´Ente. Nella Sala concerti del Teatro Comunale è stata illustrata la storia dell´opera, che aveva debuttato alla Scala di Milano nel 1904 tra i fischi (forse organizzati dai detrattori del compositore), per trionfare leggermente modificata pochi mesi dopo e conquistare definitivamente il pubblico. Troppo spesso, è stato detto, il personaggio della sfortunata protagonista viene tacciato di scarsa determinazione, quasi di sciocca ingenuità.

Al contrario, la sfortunata Cio-Cio-San punta con grande forza sul matrimonio con l´americano Pinkerton – uno yankee senza scrupoli e di bassa morale – ed è in lei evidente la crescita personale nel passaggio tra il primo e il secondo atto: dal matrimonio giapponese sono passati tre anni e Butterfly, pur sempre fiduciosa che spunti ´il fil di fumo´, segnale del ritorno dell´amato, ha maturato una nuova consapevolezza.

Un personaggio di grande spessore che sopporta sulle spalle di adolescente l´ostilità di una famiglia che la rinnega, la lunga attesa di un uomo che l´ha tradita, la responsabilità di un figlio da mantenere e, infine, la perdita anche di quel bambino che era rimasto per lei unica ragione di vita.

A fare da collante ai tre intensi atti, la struggente musica di Puccini che come hanno spiegato gli esperti, si dimostra una volta di più uno dei maestri dell´orchestrazione, per nulla inferiore ai grandi dell´epoca. In Butterfly la ricerca del particolare ´esotico´ è molto accentuata, dall´uso della scala pentatonica tipica della cultura orientale fino alla citazione di melodie giapponesi tradizionali inserite nell´opera.

Una composizione che a distanza di 104 anni dal debutto resta un capolavoro e che continua a commuovere, come testimoniato dall´emozione dei primi spettatori della Butterfly sassarese: gli oltre 400 giovani che ieri sera hanno assistito con entusiasmo e partecipazione all´Anteprima dedicata agli studenti. Il cast. La Madama Butterfly sassarese si annuncia interessante anche per i suoi interpreti.

Al debutto assoluto nel ruolo la protagonista, Cinzia Forte, soprano di origine napoletana ma romana d´adozione, con esperienze nei più prestigiosi teatri italiani, dalla Scala di Milano al San Carlo di Napoli, dalla Fenice di Venezia al Teatro Massimo di Palermo e ancora a Parma, Roma, Pesaro e Bologna, ma anche all´estero, dove si è esibita al Royal Opera House (Londra), e poi a Madrid, Amsterdam, Berlino, Zurigo, Tokyo, Parigi. Suzuki, la fedele servitrice di Cio-Cio-San, sarà la mezzosoprano milanese Alessandra Palomba, che ha già varie volte interpretato questo ruolo, mentre Pinkerton sarà interpretato dal tenore Bruno Ribeiro, portoghese.

Il baritono Simone Del Savio sarà il console Sharpless. Tornano a Sassari il tenore Gregory Bonfatti (Goro), il basso Carmine Monaco (Lo zio Bonzo), il baritono Gianluca Margheri (Il principe Yamadori), il tenore Manuel Pierattelli (Yakusidè), il soprano Sara Rossini (Kate Pinkerton), il baritono sassarese Francesco Solinas (Il commissario imperiale). A completare il cast, la Corale ´Luigi Canepa´ di Sassari, diretta dal maestro Luca Sirigu. Madama Butterfly andrà in scena domani, venerdì 31 alle 20,30 con replica domenica 2 novembre alle 16,30.

L'opera

Madama Butterfly

La tragica storia di Cio-Cio-San, che attende il ritorno del tenente americano Pinkerton, è uno dei grandi classici del melodramma italiano e una delle opere più viste nella Stagione...

Articoli