News

GISELLE, UN SUCCESSO

g
Sassari risponde presente al richiamo del grande balletto. È stato un successo, come ci si attendeva, il ritorno della danza accompagnata dall’orchestra, un vero evento sempre più raro nei teatri italiani.
Ottima l’accoglienza di Giselle, il balletto classico-romantico per eccellenza, presentato al Comunale dalla compagnia Dansepartout, che ha mostrato grande maturità e capacità da artisti di lungo corso, nonostante l’età media dei danzatori si aggiri sui vent’anni. Il capolavoro di Adolphe Adam – su libretto di Théophile Gautier – è stato proposto nella lettura del coreografo Luc Bouy, affiancato dal maître de ballet Gaetano Petrosino.
La tragica vicenda della giovane contadina Giselle, abbandonata dal principe Albrecht e uccisa dal dolore, e delle Villi che vogliono vendicarne la morte è un grande classico del balletto. Debuttò il 28 giugno del 1841 all’Opéra National de Paris e proprio la sala da ballo dello storico teatro francese fa da sfondo alla prima scena dello spettacolo, con i ballerini che provano le coreografie. In un susseguirsi di proiezioni, i protagonisti rievocano la sfortunata vicenda della giovane Giselle: dalla festa in campagna fino alla morte, dall’arrivo delle Villi al cimitero fino all’arrivo dell’alba, con lo spirito della giovane che salva il principe dalla vendetta e la conclusione, di nuovo, nella sala da ballo dell’Opéra.
Uno spettacolo che i sassaresi hanno mostrato di apprezzare: i ripetuti applausi hanno sancito il successo di un allestimento fresco ed efficace. Pieni consensi anche per l’Orchestra dell’Ente Concerti “De Carolis”, diretta da Sergio La Stella, impegnata per la prima volta da moltissimi anni in un balletto.

L'opera

Giselle

Giselle, considerato come il simbolo del balletto classico e romantico, nacque da un'idea del romanziere francese Théophile Gautier e musicato, non appena la stesura del libretto fu...

Articoli